La storia della sezione

17 Gennaio 1988 prima uscita ufficiale della Sottosezione CAI Senigallia alla Valle delle Prigioni

Il Club Alpino, a Senigallia, inizia ad operare nel 1988. Grazie ad un gruppo di amanti e frequentatori della montagna, viene fondata la Sottosezione.
Alpinismo, speleologia ed escursionismo sono state le prime attività proposte ai Soci (ancora pochi) e soprattutto ai concittadini. Buoni propositi e tanta passione permettono di ottenere buoni risultati.
Nel '93 la svolta; in accordo con la Sezione madre (di Ancona) viene richiesta al Consiglio Centrale ed ottenuta l'autorizzazione ad operare in autonomia. Viene fondata quindi la Sezione di Senigallia del Club Alpino Italiano.
E' Teresio Valsesia (come Vicepresidente generale) che tiene a battesimo la neonata sezione, durante la prima Assemblea ordinaria. Con la sua presenza, la sua personalità gli stimoli proposti, carica ulteriormente i già galvanizzati dirigenti e tutti i presenti.
Tutto ciò rappresenta lo stimolo giusto per imboccare un nuovo sentiero, percorso con nuove idee, nuove forze e senso pratico, ma nel rispetto dei principi ispiratori dei fondatori, nel 1863 a Torino, di quello che sarebbe poi diventato il "Club Alpino Italiano".
Conseguente è la crescita numerica, ma soprattutto qualitativa dei Soci. Ed è proprio questo il punto cardine attorno a cui ruotano le diverse attività; nuovi settori si sono aggiunti ed altri si sono sviluppati.

Foto di gruppo alla Valle delle Prigioni
Foto di gruppo alla Grotta del Vernino
I dirigenti dell'assemblea costitutiva

1993 Teresio Valsesia tiene a battesimo la neonata sezione di Senigallia

Chi siamo - Dove puoi trovarci - Organi del direttivo - Iscrizione e quota associativa

I partecipanti all'assemblea